Perché si dice…”Togliere le castagne dal fuoco”

16072015092907_sm_12813

 

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spieghiamo l’origine dell’espressione ‘Togliere le castagne dal fuoco‘ .

 

Questa espressione significa far correre ad altri i rischi e i pericoli di un’impresa, per poi godersene i frutti.

 

La frase deriva da una favola di La Fontaine, ‘La scimmia e il gatto’. I due animali si trovavano accanto a un fuoco su cui stavano abbrustolendo delle castagne. A un certo punto la scimmia si mise a lodare le qualità del felino, solleticandone la vanità, e inducendolo così a tirar fuori le castagne dal fuoco, bruciacchiandosi le zampe. Su scritti di altri autori, come Maioli, Noel du Fail e Regnier, da cui probabilmente La Fontaine ha attinto, la scimmia si serve direttamente della zampa del gatto per togliere le castagne dal fuoco.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tags

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online