Perché si dice…”Ok”?

Perché si dice..."Dare il colpo di grazia" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spieghiamo l’origine il significato della parola “Ok” grazie a Focus e a Sapere.it

.

Ok è una espressione che utilizziamo almeno una volta al giorno. Ma da quando? La sua origine viene fatta risalire al 1943, anno nel quale le truppe statunitensi sbarcarono in Sicilia e iniziarono la campagna militare per liberare l’Italia. I soldati battevano i campi di battaglia contando i morti. La lettera K, stava per killed, “uccisi”. Quando non si trovava alcun morto al termine delle ricerche, sulla bandiera si scriveva OK, cioè zero morti. Questo simbolo si è così trovato ad indicare una situazione in cui tutti stanno bene.

.

 

© Riproduzione Riservata
Tags

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online