Perché si dice…”Mayday” in caso di emergenza?

Perché si dice..."Piedipiatti" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spieghiamo l’origine e il significato di “Mayday” grazie a PaginaInzio.it 

.

Perché si sente utilizzare questa espressione a un primo sguardo priva di significato? Nel 1906 a Berlino l’espressione di emergenza era SOS, che aveva una codificazione morse molto più semplice e distinguibile, data da tre punti, tre linee e tre punti. Nonostante l’efficacia di quest’espressione, anch’essa venne sostituita in quanto già a partire dal 1927 si iniziarono a sentire le prime richieste di aiuto con “Mayday”. L’origine risale infatti alla prima guerra mondiale, nel periodo in cui i piloti inglesi sorvolavano la Francia per attaccare le linee tedesche guidate dal Barone Rosso. Quando avevano bisogno di aiuto gli inglesi in volo o in nave, non riuscendo a pronunciare correttamente la parola francese “M’aidez” (che significa “aiutatemi”), dicevano “Mayday”. In moltissime altre occasioni, nonché durante la seconda guerra mondiale, si continuò a usare il termine “Mayday” per richiedere aiuto, tanto che nel 1948 venne dichiarato espressione ufficiale per velivoli ed imbarcazioni per indicare una necessità di aiuto urgente.

© Riproduzione Riservata
Tags

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online