Perché si dice

Fausto Raso

Perché si dice…”In bocca al lupo” ?

Perché si dice..."In bocca al lupo" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spiego l’origine e il significato dell’espressione “In bocca al lupo“.

Chi non ha mai detto a qualcuno in bocca al lupo! per augurargli un grande successo in una determinata faccenda; agli esami, per esempio? In gergo linguistico quest’espressione è un’antifrasi (dal greco ‘anti’, contro e ‘fràzein’, parlare), vale a dire una locuzione adoperata col significato contrario a quello che ha propriamente.

Si augura, quindi, a una persona di andare in bocca al lupo proprio perché non ci vada in quanto questo animale rappresenta le difficoltà da  superare.  In questo senso è una sorta di scaramanzia.

Secondo alcuni autori, invece, bisogna andare proprio nella bocca del lupo per sentirsi protetti ed essere sicuri, per tanto, di raggiungere la meta prefissata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Fausto Raso

Sono Fausto Raso, giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione e specializzato in Editoria e giornalismo. Da sempre mi sono occupato delle problematiche linguistiche. Titolare della rubrica di lingua “Nostra Lingua Madre e Matrigna” del “Giornale d’Italia” dal 1990 al 2002, collaboro con varie testate, tra cui il periodico romano “Città mese” del quale sono anche garante del lettore. Sono stato consulente linguistico di varie emittenti radiofoniche locali. Ho scritto con Carlo Picozza, giornalista de La Repubblica, il libro “Errori e Orrori. Per non essere piantati in Nasso dall’italiano”. In questo blog vi racconterò le origini dei più comuni modi di dire utilizzati nella lingua italiana.

 

 

Utenti online