Perché si dice… ”Gettare le perle ai porci”

26052015093132_sm_12206

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni.  Oggi vi spieghiamo l’origine dell’espressione ‘Gettare le perle ai porci‘.

 

La frase viene usata per indicare quando si danno cose preziose a chi è incapace di valutarle, offrire valori, consigli, parole a chi non è in grado di apprezzarli.

 

L’esressione riprende il passo del Vangelo (Matteo VII, 6): ‘Non gettate le cose sante ai cani e le perle ai porci, perché non le mettano sotto i piedi e vi si volgano contro per sbranarvi’. La locuzione ha conservato il valore che aveva nel testo: non tutto è fatto per tutti.

(Fonte: Wikipedia)

 

 

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
  • Antonella Caputo

    Grazie del consiglio 🙂

    • Maria Pia Romano

      grazie a te 🙂

Mostra più commenti

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online