Perché si dice… ”Fare i conti senza l’oste”

03022015093052_sm_10656

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni.

Oggi vi spieghiamo l’origine dell’espressione ‘Fare i conti senza l’oste‘.

La frase viene usata per rivolgersi a qualcuno abituato a prendere decisioni affrettate, che non tengono conto delle volontà altrui e di un eventuale rifiuto.

Ciò perchè un tempo le osterie erano luoghi molto frequentati da viaggiatori e non solo e la fama degli osti nell’organizzare imbrogli ed essere capaci di sostenerli abilmente durante la presentazione del conto era largamente diffusa. A fine pasto, dopo aver calcolato da sé il conto, il cliente si trovava puntualmente contraddetto dall’oste che gli chiedeva altre indicazioni di spesa e vanificava il suo sforzo di calcolo preventivo.

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
  • Alessandro

    Grandissimo Indiana Jones! Se non li hai letti, ti consiglio di procurarti anche i romanzi Indiana Jones e il tempio maledetto scritto da James Khan, Indiana Jones e l’ultima crociata scritto da Rob MacGregor e Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo di James Rollins. Li ho letti tutti e li ho trovati divertenti e ben scritti, anche se quello di MacGregor mi è piaciuto un po’ meno rispetto agli altri per via di alcuni passaggi che non mi lasciavano soddisfatto. E, però, bisogna aggiungere che MacGregor è anche autore di una lunga serie di romanzi originali incentrati su Indiana Jones, alcuni dei quali tradotti in italiano.

    • Valentina Morlacchi

      Ti ringrazio molto per le dritte! Questi libri mi mancano, li cercherò sicuramente!
      🙂

Mostra più commenti

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online