Perché si dice

Fausto Raso

Perché si dice…”Fare come il cuculo” ?

Perché si dice..."Fare come il cuculo" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spiego l’origine e il significato dell’espressione “Fare come il cuculo“.

L’espressione che avete appena letto – forse non molto conosciuta – si riferisce alle persone che “campano” approfittando del lavoro altrui, che pretendono molto senza dare nulla in cambio; ma anche nei confronti di coloro che fanno esclusivamente il loro interesse danneggiando gli altri. La locuzione fa riferimento all’abitudine del cuculo* il quale deposita le uova da covare nel nido di altri uccelli, risparmiandosi, cosí, il… lavoro. E il neonato, appena venuto al mondo, provvede subito a buttar fuori dal nido le uova dell’altro uccello al fine di garantirsi la sicurezza del cibo.

* Si presti attenzione all’ortoepia, cioè alla corretta pronunzia che deve avere l’accentazione piana: cucúlo.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Fausto Raso

Sono Fausto Raso, giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione e specializzato in Editoria e giornalismo. Da sempre mi sono occupato delle problematiche linguistiche. Titolare della rubrica di lingua “Nostra Lingua Madre e Matrigna” del “Giornale d’Italia” dal 1990 al 2002, collaboro con varie testate, tra cui il periodico romano “Città mese” del quale sono anche garante del lettore. Sono stato consulente linguistico di varie emittenti radiofoniche locali. Ho scritto con Carlo Picozza, giornalista de La Repubblica, il libro “Errori e Orrori. Per non essere piantati in Nasso dall’italiano”. In questo blog vi racconterò le origini dei più comuni modi di dire utilizzati nella lingua italiana.

 

 

Utenti online