Perché si dice

Fausto Raso

Perché si dice… ‘E’ inutile piangere sul latte versato’

04022015091312_sm_10683

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni.

Oggi vi spieghiamo l’origine dell’espressione ‘E’ inutile piangere sul latte versato‘.

Il significato di questa espressione vuol dire che è inutile disperarsi e lamentarsi dopo aver commesso degli errori che non si possono annullare e riparare, è inutile rimuginare su cose che sono oramai accadute, tormentandosi quando praticamente è troppo tardi.

 

Probabilmente questo proverbio ha origini molto antiche, ai tempi antecedenti alla produzione industriale quando il latte era considerato un alimento raro, costoso e prezioso alla nutrizione, per cui, il suo spreco poteva arrecare dei forti rimorsi.

 

Nei tempi moderni il nesso di questa espressione è legato al fatto che il latte, dimenticato a bollire sul fuoco, fuoriesce dal tegame che lo contiene e poi si incrosta sul fornello. Chiaramente ciò è avvilente per chi dopo deve pulire, se ci fosse stata più attenzione e meno distrazione si sarebbe evitato il disastro.

 

Quindi, occorre pensare bene a ciò che si fa, prima di fare cose sbagliate.

(Fonte: Comitato Linguistico.it)

.

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Fausto Raso

Sono Fausto Raso, giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione e specializzato in Editoria e giornalismo. Da sempre mi sono occupato delle problematiche linguistiche. Titolare della rubrica di lingua “Nostra Lingua Madre e Matrigna” del “Giornale d’Italia” dal 1990 al 2002, collaboro con varie testate, tra cui il periodico romano “Città mese” del quale sono anche garante del lettore. Sono stato consulente linguistico di varie emittenti radiofoniche locali. Ho scritto con Carlo Picozza, giornalista de La Repubblica, il libro “Errori e Orrori. Per non essere piantati in Nasso dall’italiano”. In questo blog vi racconterò le origini dei più comuni modi di dire utilizzati nella lingua italiana.

 

 

Utenti online