Perché si dice… ”Bastian contrario”

16012015105657_sm_10399

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni.

 

Oggi vi spieghiamo l’origine dell’espressione ‘Bastian contrario‘.

 

Nell’italiano colloquiale viene identificato con questa espressione chi assume per partito preso le opinioni e gli atteggiamenti contrari a quelli della maggioranza.

 

Sull’origine di questo modo di dire esistono diverse teorie.

 

– Nel suo Dizionario moderno (1905) Alfredo Panzini ricorda la leggenda di un Bastiano Contrari ‘malfattore e morto impiccato, il quale solamente in virtù del cognome diede origine al motto’. Si tratterebbe dunque di un caso di antonomasia.

 

– A Castelvecchio di Rocca Barbena (SV) si ricorda un mercenario chiamato Bastian Contrario, morto in battaglia.

 

– A Torino il Bastian Contrario per antonomasia è considerato il Conte di San Sebastiano, che nella battaglia dell’Assietta (1747) fu il solo a disobbedire all’ordine di ripiegare sulla seconda linea. Il gesto del Conte e dei pochi fedeli granatieri da lui comandati determinò l’esito favorevole di tutta la battaglia contro l’esercito franco-ispanico.  In realtà la prima e la seconda ipotesi potrebbero coincidere, perché il mercenario ricordato a Castelvecchio era un militare insofferente, in seguito divenuto disertore e brigante.

 

(Fonte: Accademia della Crusca)

 

 

© Riproduzione Riservata
Tags

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online