Perché si dice…”Coprifuoco”?

Perché si dice..."Dare il colpo di grazia" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spieghiamo l’origine e il significato dell’espressione “Coprifuoco” grazie a Focus.it

.

Il coprifuoco, ovvero il divieto alla popolazione di uscire durante una fascia oraria ben definita, deriva da un’usanza medioevale. Questa usanza consisteva nel fatto che a una determinata ora della sera (decisa da qualcuno in posizione di potere), il rintocco di una campana o lo squillo di una tromba segnalasse agli abitanti di una città l’obbligo di spegnere il fuoco sotto la cenere come precauzione prima che divampasse per sbaglio un pericoloso incendio. Il coprifuoco viene utilizzato anche oggi per motivi di ordine pubblico.

.

© Riproduzione Riservata
Tags

Omero

Tutti mi conoscono come il poeta greco autore dell’Illiade e dell’Odissea, ma in pochi sono certi della mia identità. Alcuni sostenevano che fossi figlio di una ninfa, altri mi credevano discendente di Orfeo, alcuni mi descrivevano come un cantore cieco che errava da una città all’altra. Tutto ciò ha permesso di creare intorno a me farne una figura mitica, proprio come i personaggi delle mie opere. Ecco perché, in questo blog, vi racconterò tutti i segreti su come si racconta una storia e le regole per far entrare un racconto nel mito.

Utenti online